7 aprile 2021
L'omissione della dichiarazione è di ostacolo al riporto del credito IVA: Cassazione

Non senza entrare in contrasto con altri precedenti, con l'Ordinanza 1 aprile 2021, n. 9091, la Cassazione ha escluso il riporto del credito IVA in caso di omessa dichiarazione.

In particolare, gli ermellini, nel citare i precedenti conformi, hanno precisato che ai fini IVA, in caso di tardiva presentazione della dichiarazione da parte del contribuente (che equivale, "a tutti gli effetti", all'omessa presentazione), il credito di imposta eventualmente esposto nella suddetta dichiarazione, anche se formatosi anteriormente e derivante da precedenti dichiarazioni ritualmente presentate, non può essere riportato nella dichiarazione annuale IVA relativa all'anno successivo, ostando all'utilizzo di detto credito in detrazione il principio di contiguità temporale dei periodi di imposta cui è subordinata la operatività della compensazione tra il credito ed il debito tributario.