Home
Network ALL-IN
Explora
Rubriche
Strumenti
Fonti
17 aprile 2021
Le Sezioni Unite stabiliscono la necessità dell’avviso di ricevimento ai fini dell’irreperibilità relativa

Ponendo fine ad un annoso dibattito, con Sentenza 15 aprile 2021, n. 10012, le Sezioni Unite hanno risolto favorevolmente alla necessità dell'avviso di ricevimento della raccomandata informativa, in caso di irreperibilità relativa.

Accogliendo il ricorso di una contribuente, il supremo consesso ha stabilito che, in tema di notifica di un atto impositivo ovvero processuale tramite il servizio postale secondo le previsioni della Legge n. 890/1982, qualora l'atto notificando non venga consegnato al destinatario, per rifiuto a riceverlo ovvero per temporanea assenza del destinatario stesso, ovvero per assenza/inidoneità di altre persone a riceverlo, la prova del perfezionamento della procedura notificatoria può essere data dal notificante esclusivamente mediante la produzione giudiziale dell'avviso di ricevimento della raccomandata che comunica l'avvenuto deposito dell'atto notificando presso l'ufficio postale (c.d. CAD), non essendo a tal fine sufficiente la prova dell'avvenuta spedizione della raccomandata medesima.