7 maggio 2021
Il ricorso in Cassazione è inammissibile se manca lo “storico” del processo

Il motivo di ricorso in Cassazione è inammissibile quando contesta alla CTR di non aver esaminato questioni introdotte dalla parte nel corso del giudizio di primo grado e rinnovate in appello, senza però indicare dettagliatamente quando le questioni siano state introdotte e mediante quali formule.

Con questa motivazione, con Ordinanza 5 maggio 2021 n. 11714, la Cassazione ha censurato il motivo di ricorso, evidenziando che quella mancanza impedisce di esercitare il controllo, che è devoluto al giudice di legittimità, circa la tempestività e congruità delle contestazioni proposte dalle parti, prima ancora di andarne a valutare la decisività.