21 giugno 2021
La Corte ricorda gli effetti, nel giudizio tributario, dell'assoluzione perché il fatto non sussiste

Il doppio-binario penale-tributario è stato al centro della recente Ordinanza 16 giugno 2021, n. 17025, con cui la Corte ha ricordato che la sentenza penale irrevocabile di assoluzione dal reato tributario, emessa con la formula "perché il fatto non sussiste", non spiega automaticamente efficacia di giudicato nel processo tributario, ancorché i fatti accertati in sede penale siano gli stessi per i quali l'Amministrazione finanziaria ha promosso l'accertamento nei confronti del contribuente.

Tuttavia, prosegue la Cassazione, quella sentenza può essere presa in considerazione come possibile fonte di prova dal giudice tributario, il quale, nell'esercizio dei propri poteri di valutazione, deve verificarne la rilevanza nell'ambito specifico in cui detta decisione e destinata ad operare.