Home
Network ALL-IN
Explora
Rubriche
Strumenti
Fonti
21 agosto 2021
Onere probatorio gravante sul fisco in caso di dichiarazione infedele: Cassazione

Con Ordinanza 29 luglio 2021, n. 21725, la Cassazione ha precisato che l'onere di provare la sussistenza dei presupposti per il raddoppio dei termini, quindi della sussistenza delle condizioni per ritenere, almeno in astratto, realizzata la condotta illecita di cui all'art. 4, D.Lgs. n. 74/2000, grava sull'amministrazione finanziaria qualora il contribuente abbia espresso ragioni di contestazione; la quale, quindi, deve mettere il giudice tributario in condizioni di verificare non solo il superamento della soglia di punibilit√†, ma anche del rapporto percentuale tra imposta evasa ed elementi attivi dichiarati.