Home
Network ALL-IN
Explora
Rubriche
Strumenti
Fonti
4 settembre 2021
Gli Ermellini ricordano la natura ordinatoria del termine di permanenza dei verificatori

Il termine di permanenza degli operatori civili o militari dell'Amministrazione finanziaria presso la sede del contribuente è meramente ordinatorio: lo ricorda l’Ordinanza 17 agosto 2021, n. 23000, con cui la sezione tributaria sottolinea che nessuna disposizione lo dichiara perentorio, o stabilisce la nullità degli atti compiuti dopo il suo decorso.

Peraltro, ricorda la Corte, la nullità di tali atti non può nemmeno ricavarsi dalla ratio delle disposizioni in materia, apparendo sproporzionata la sanzione del venir meno del potere accertativo fiscale a fronte del disagio arrecato al contribuente dalla più lunga permanenza degli agenti dell'Amministrazione; essendo, tra l'altro, la scelta del legislatore razionalmente giustificata dal mancato coinvolgimento di diritti del contribuente costituzionalmente tutelati.