9 ottobre 2021
La tassazione della plusvalenza in caso di successione o divisione ereditaria: Cassazione

Con Ordinanza 6 ottobre 2021, n. 27036, la Cassazione ha sottolineato che sussiste, in materia di redditi diversi, una plusvalenza tassabile anche nel caso di vendita di beni pervenuti al contribuente per successione o per divisione ereditaria, purcheĀ“ tra il momento dell'acquisto e quello dell'alienazione siano state compiute attivita` ed operazioni intese ad aumentarne il valore (Cass., Sez. V, 24 maggio 2017, n. 13071).
La plusvalenza assume, difatti, rilievo come maggior valore acquistato da un cespite patrimoniale rispetto al suo preesistente valore di acquisto, avvenuto in qualsiasi forma, che ne ha comportato l'ingresso nel patrimonio del contribuente, maggior valore individuato come differenza tra valore di acquisto (all'atto della acquisizione al patrimonio) e valore di realizzo al momento in cui il bene esce dal patrimonio cui e` appartenuto (Cass., Sez. VI, 17 ottobre 2014, n. 21981; Cass., Sez. V, 4 settembre 2013, n. 20277; Cass., Sez. V, 9 settembre 2016, n. 17823).