Home
Network ALL-IN
Explora
Rubriche
Strumenti
Fonti
20 ottobre 2021
Entra nel vivo la definizione agevolata degli avvisi bonari
Con Provvedimento 18 ottobre 2021, l’Agenzia delle Entrate ha diramato le istruzioni operative in relazione alla definizione agevolata delle somme dovute a seguito del controllo automatizzato delle dichiarazioni, che consente l’esclusione delle sanzioni (o delle somme aggiuntive in caso di irregolarità in materia di contributi previdenziali).

Come si ricorderà, la norma, prevista dall’articolo 5, Decreto “Sostegni”, prevede la possibilità di definire in via agevolata le somme dovute a seguito del controllo automatizzato delle dichiarazioni ed è rivolta ai soggetti con partita IVA attiva al 23 marzo 2021 che, a causa della situazione emergenziale dovuta all’epidemia di Covid-19, hanno subìto nel 2020 una riduzione del volume d’affari maggiore del 30% rispetto all’anno d’imposta precedente.
Oggetto della definizione sono le somme dovute a seguito del controllo automatizzato delle dichiarazioni relative ai periodi d’imposta in corso al 31 dicembre 2017 e al 31 dicembre 2018.
Come precisato nel Provvedimento, i contribuenti che intendono accettare la proposta di definizione sono tenuti a presentare l’autodichiarazione prevista dall’articolo 1, commi 14 e 15, del decreto entro il 31 dicembre 2021. Nel caso in cui la proposta di definizione agevolata non sia ricevuta dal contribuente in tempo utile per rispettare il predetto termine del 31 dicembre 2021, l’autodichiarazione può essere presentata entro la fine del mese successivo a quello in cui è effettuato il pagamento delle somme dovute o della prima rata.