2 novembre 2021
Le nuove FAQ di Agenzia delle Entrate – Riscossione: per le rateazioni pre-Covid le rate non pagabili salgono a 18

Rispondendo alla nuova FAQ n. 5 presente sul proprio sito (“Ho un piano di rateizzazione in essere alla data dell'8 marzo 2020, prima del periodo emergenziale, ma potrei avere difficoltà a corrispondere tutte le rate scadute entro il 31 ottobre 2021.  prevista qualche agevolazione?”), Agenzia Entrate – Riscossione risponde in modo affermativo.
In particolare, essa evidenzia che il “Decreto Fiscale” (D.L. n. 146/2021) ha esteso a18 il numero massimo delle rate, anche non consecutive, che comportano la decadenza dei piani di rateizzazione in essere all'8 marzo 2020 (per i soggetti con residenza, sede legale o la sede operativa nei comuni della cosiddetta “zona rossa” - allegato 1 del DPCM 1° marzo 2020, la sospensione decorre dal 21 febbraio 2020), in caso di mancato pagamento.
Pertanto, i contribuenti che hanno interrotto i pagamenti delle rate durante l'intero periodo della sospensione, dovranno effettuare il versamento di un numero di rate tale da evitare la decadenza dal beneficio della dilazione, che avviene, appunto, con il mancato pagamento di 18 rate.