Home
Network ALL-IN
Explora
Rubriche
Strumenti
Fonti
2 dicembre 2021
Le indagini finanziarie prescindono dal riconoscimento dei costi: Cassazione

Con Ordinanza 29 novembre 2021, n. 37261, la Corte di Cassazione ha evidenziato che, in tema di accertamento dell'imposta sui redditi, l'articolo 32, D.P.R. n. 600/1973 prevede una presunzione legale in base alla quale debbono essere considerati ricavi sia le operazioni attive, che quelle passive senza che si debba procedere alla deduzione presuntiva di oneri e costi deducibili, essendo posto a carico del contribuente l'onere di indicare e provare quali siano gli eventuali costi deducibili non imputabili ai ricavi.

Ciò, prosegue la Corte, in quanto le operazioni bancarie dell'imprenditore che non trovino giustificazione, sono fonte di una presunzione legale di ricavi occulti, ovviamente sempre suscettibile di prova contraria (cfr., ex multis, Sez. 5, 28/02/2017, n. 5135; Sez. 5, 23/09/2021, n. 25812).