14 dicembre 2021
La Cassazione sulla prova della capacità di spesa nell’accertamento sintetico

Con Ordinanza 10 dicembre 2021, n. 39317, la Cassazione ha precisato che la documentazione bancaria non costituisce l'unica prova della disponibilità della provvista con cui affrontare le spese, essendo invece idonea e sufficiente una documentazione che sostenga, con elementi certi o anche indiziari, purché gravi, precisi e concordanti, la disponibilità di mezzi economici che spieghino e giustifichino la manifestazione di spesa del contribuente.
Ne costituisce un esempio, come nel caso esaminato nell'Ordinanza, una scrittura privata attestante la stipula di un contratto di mutuo, con consequenziale insorgenza di obbligazioni tra mutuante e mutuataria.