Home
Network ALL-IN
Explora
Rubriche
Strumenti
Fonti
23 dicembre 2021
Ai fini del registro, non fa differenza la tecnica di redazione dell’atto o degli atti: Cassazione

Con Ordinanza 21 dicembre 2021, n. 41116, la Corte di Cassazione ha ricordato che:

  • l'incorporazione in un solo documento di più dichiarazioni negoziali, produttive di effetti giuridici distinti e
  • l'incorporazione in documenti diversi di dichiarazioni negoziali miranti a realizzare, attraverso effetti giuridici parziali, un unico effetto giuridico finale traslativo, costitutivo o dichiarativo,

costituiscono tecniche operative alternative per i contribuenti, che si trovano, però, dinanzi ad una sola e costante qualificazione giuridica formulata dal legislatore tributario: la sottoposizione ad imposta di registro del loro atto o dei loro atti in base alla natura dell'effetto giuridico finale dei loro comportamenti, semplici o complessi che essi siano (Cass. n. 3562/2017; conf. Cass. n. 5748/2018).