Home
Network ALL-IN
Explora
Rubriche
Strumenti
Fonti
22 febbraio 2022
La ristretta base supera la perdita di esercizio: Cassazione

Ai fini della “probatio diabolica” a carico del contribuente, in materia di società a ristretta base non basta l'esistenza di una perdita di esercizio.

Lo ha ricordato la Cassazione con Ordinanza 18 febbraio 2022, n. 5498, ove si legge che è legittima la presunzione di attribuzione ai soci degli eventuali utili extracontabili accertati, rimanendo salva la facoltà del contribuente di offrire la prova del fatto che i maggiori ricavi non sono stati distribuiti, ma accantonati dalla società, ovvero da essa reinvestiti; non essendo, appunto, a tal fine sufficiente la mera deduzione che l'esercizio sociale ufficiale si sia concluso con perdite contabili.