12 marzo 2022
Gli Ermellini sulla deroga al termine dilatorio tra accertamento e PVC

Chiamata ancora a pronunciarsi sul termine di sessanta giorni previsto dall'articolo 12, c. 7, dello Statuto, con Ordinanza 8 marzo 2022, n. 7602, la Corte ha evidenziato che l'urgenza non si identifica con l'imminente spirare del termine di decadenza, giacch√© √® dovere dell'amministrazione attivarsi tempestivamente per consentire il contraddittorio.
Altrimenti, si convaliderebbero tutti gli atti in scadenza e fermo restando che spetta all'ufficio l'onere di provarne in giudizio la sussistenza, dunque che l'imminente scadenza sia dipesa da fatti o condotte ad essa non imputabili a titolo di incuria, negligenza o inefficienza.