Home
Network ALL-IN
Explora
Rubriche
Strumenti
Fonti
15 marzo 2022
L’antieconomicità sorregge l’analitico-induttivo: Cassazione

Superati i vecchi studi di settore, gli accertamenti da antieconomicità soddisfano l'onere probatorio a carico del fisco, basandosi su presunzioni gravi, precise e concordanti.

Lo ricorda la Sezione tributaria con Ordinanza 10 marzo 2022, n. 7805, precisando come una volta che l'Amministrazione abbia contestato l'anti-economicita` di un'operazione, posta in essere dal contribuente perché basata su una contabilità complessivamente inattendibile,  in quanto contrastante con i criteri di ragionevolezza, divenga onere dello stesso contribuente dimostrare la liceità fiscale dell'operazione e quindi di dimostrare la regolarità delle operazioni effettuate a fronte della contestata antieconomicità.