1 aprile 2022
La Cassazione sull’abuso del diritto “nazionale”
Gli esiti della giurisprudenza di legittimità hanno portato a un principio di divieto dell'abuso del diritto “autonomo” rispetto a quello di derivazione comunitaria.
E' quanto precisato con Ordinanza 29 marzo 2022, n. 10133, con cui gli Ermellini hanno ricordato che i princìpi di capacità contributiva e di progressività (art. 53 Cost.) comportano che il contribuente non può trarre indebiti vantaggi fiscali dall'utilizzo distorto, pur se non contrastante con alcuna specifica disposizione, di strumenti giuridici idonei ad ottenere un risparmio fiscale, in difetto di ragioni economicamente apprezzabili che giustifichino l'operazione, principio che non contrasterebbe con specifiche norme antielusive come meri sintomi di una regola generale.