30 aprile 2022
Le sanzioni comminate da una sentenza irrevocabile si prescrivono in dieci anni

Con Ordinanza 28 aprile 2022, n. 13258, la Corte di Cassazione ha stabilito che il diritto alla riscossione delle sanzioni amministrative pecuniarie, irrogate da una sentenza passata in giudicato per la violazione di norme tributarie, si prescrive nel termine di dieci anni, ai sensi dell'art. 2953 C.c. (c.d. "actio iudicati"); diversamente, nel caso in cui la definitivit√† della sanzione non derivi da un provvedimento giurisdizionale irrevocabile, il termine di prescrizione della stessa √® di cinque anni, come previsto dall'art. 20, D.Lgs. n. 472/1997.