4 luglio 2022
Remind degli Ermellini sulla motivazione della cartella

Con Ordinanza 28 giugno 2022, n. 20626, la Cassazione ha ricordato che la cartella esattoriale, che costituisca il primo e unico atto con il quale l'ente impositore esercita la pretesa, deve essere motivata come un atto propriamente impositivo e tale motivazione segna i confini del processo tributario, precludendo all'Ufficio, in sede processuale, di porre a base della propria pretesa ragioni diverse.