16 luglio 2022
Con il Decreto “aiuti”, compensabili anche i crediti professionali

Estesa la platea dei soggetti che possono compensare i crediti non prescritti, certi, liquidi ed esigibili, maturati nei confronti della P.A. con le somme dovute a seguito di iscrizione a ruolo.
Come precisato dall’Agenzia sulla propria rivista online, tale facoltà è riconosciuta anche per i crediti derivanti da prestazioni professionali, per i carichi affidati dopo il 30 settembre 2013 e, in ogni caso, entro il 31 dicembre del secondo anno antecedente a quello in cui è richiesta la compensazione.