21 luglio 2022
Nessun obbligo di richiesta di integrazione prima dell’accertamento bancario

Il fisco non ha alcun obbligo di sollecitare ulteriormente il contribuente ad integrare la documentazione giustificativa dei movimenti bancari ritenuta insufficiente, fornita a seguito di invito ex art. 32, D.P.R. n. 600/73.
Tale invito costituisce una mera facoltà e non un obbligo, sicché dal mancato esercizio di tale facoltà non deriva alcuna illegittimità (Ordinanza 15 luglio 2022, n. 22451).