25 luglio 2022
L’impugnazione-merito incontra il limite delle violazioni formali: Cassazione

Il potere-dovere del giudice tributario di stabilire, in un giudizio di impugnazione e merito, l'esatta consistenza della pretesa impositiva (entro le domande di parte) trova limite nella invalidità dell'atto per ragioni formali; ipotesi nella quale il giudice tributario non può sopperire al vizio riscontrato, dovendo semmai provvedervi direttamente l'ente impositore, nei termini legali di decadenza, con l’adozione di un nuovo atto impositivo emendato (Ordinanza 20 luglio 2022, n. 22815).