9 settembre 2022
La rappresentanza va valutata in concreto: lo ricorda la Cassazione

Il requisito della spendita del nome, necessario perche´ l'atto compiuto dal rappresentante possa essere imputato al rappresentato, non richiede l'uso di formule sacramentali e puo` evincersi anche dalle modalita` con le quali l'atto stesso viene compiuto (Sentenza 4 agosto 2022, n. 24301).