5 settembre 2022
La riforma introduce il condono delle liti contro le Entrate, pendenti in Cassazione

La legge di riforma 130/2022 ha introdotto una definizione agevolata dei ricorsi pendenti in Cassazione al 15 luglio 2022. Sono ammesse le controversie per le quali l'Agenzia delle entrate risulti integralmente soccombente in tutti i precedenti gradi di giudizio con valore non superiore a 100.000 euro, pagando il 5 per cento del valore e quelle per le quali l'Agenzia risulti soccombente in tutto o in parte in uno dei gradi di merito con valore non superiore a 50.000 euro, pagando il 20 per cento.