13 settembre 2022
L’impugnabilità del preavviso di ipoteca non esaurisce la difesa: Cassazione

La comunicazione preventiva d’iscrizione ipotecaria è un atto facoltativamente impugnabile, restando però necessaria l'impugnazione dell'atto tipico che sia poi adottato, per evitare il consolidamento della pretesa tributaria, tant'è che, una volta emesso tale atto, viene meno l'interesse del contribuente ad una decisione che riguardi l'atto impugnato in via facoltativa (Ordinanza 8 settembre 2022, n. 26534).