22 novembre 2021N. 186
Cause di non punibilità. Il fatto denunciato all'autorità giudiziaria non è sufficiente a provare la responsabilità del terzo

In tema di sanzioni amministrative tributarie, l'esimente di cui all'art. 6, comma 3, D.Lgs. n. 472/1997 si applica in caso di inadempimento al pagamento di un tributo imputabile esclusivamente ad un soggetto terzo, purché il contribuente abbia adempiuto all'obbligo di denuncia all'Autorità giudiziaria e non abbia tenuto una condotta colpevole ai sensi dell'art. 5, comma 1, del medesimo decreto, nemmeno sotto il profilo della culpa in vigilando.

È questo il principio statuito dalla Suprema Corte la quale, con Ordinanza n. 26372/2021, pubblicata lo scorso 29 settembre, ha cassato la sentenza impugnata del giudice di seconde cure che aveva ritenuto applicabile l'esimente in parola, in presenza della (sola) denuncia penale, nei confronti del professionista.

di Francesca Aliberti - Avvocato tributarista in Bari

CAUSE DI NON PUNIBILITÀ. BREVI CENNI SULL'AMBITO DI APPLICABILITÀ DELL'ART. 6, D.LGS. N. 472/1997

In tema di sanzioni amministrative tributarie, l'art. 6, D.Lgs. n. 472/1997 disciplina le ...