29 novembre 2021N. 191
Bonus Ricerca & Sviluppo: accertamenti per indebito utilizzo del credito alla luce del riversamento previsto dal decreto Legge n. 146/2021

Le verifiche condotte dall'Agenzia delle Entrate per l'accertamento dell'utilizzo del Credito d'imposta per R&S pongono al centro delle contestazioni sollevate il requisito della novità dell'investimento, quale elemento caratterizzante ed essenziale ai fini dell'attribuzione del credito d'imposta. Gli atti di recupero conseguenti prevedono l'irrogazione di sanzioni per inesistenza del credito.

Da ultimo il D.L. n. 146/2021 ha previsto una sanatoria per l'indebita fruizione dei crediti d'imposta relativa agli investimenti in attività di ricerca e sviluppo.

Obiettivo del presente contributo è comprendere le motivazioni che portano l'Agenzia delle Entrate a rilevare l'indebito utilizzo dei crediti d'imposta, delineando il perimetro della complessa disciplina.

di Michele Lotito - Dottore commercialista in Corato

PREMESSA

Negli ultimi anni il legislatore italiano ha fatto ampio ricorso allo strumento dei crediti d'imposta con l'intento di sostenere le imprese nelle gravi crisi dei mercati. Obiettivo delle norme agevolative è stato quello di stimolare le aziende, in un periodo di recessione, a...