9 dicembre 2021N. 198
La notifica della cartella di pagamento a mezzo PEC. Le principali caratteristiche della procedura e vizi correlati

La notifica della cartella di pagamento così come per gli altri atti dell'agente della riscossione (AdER), avviene secondo quanto disposto dall'art. 26, D.P.R. n. 602/1973. La norma stabilisce la possibilità di avvalersi, oltre che delle forme "ordinarie" di notifica che si attuano attraverso i soggetti abilitati, anche della posta elettronica certificata (PEC) da equipararsi alla solita raccomandata.

Con riferimento alla notifica a mezzo PEC sono emerse svariate questioni dibattute:

i) da un lato è emerso il lodevole intento di abbattere le criticità legate alle altre modalità di notifica, ritenendo come la stessa consenta una maggiore certezza del risultato - in virtù della minore possibilità di eccezioni strumentali circa il perfezionamento - con conseguente effetto deflattivo del contenzioso;

ii) di contro, invece, è scaturito un orientamento giurisprudenziale non uniforme in tema di onere della prova in giudizio circa l'apposizione della firma sull'atto e la sua rituale notifica.

di Dario Palella - Dottore Commercialista

LA NORMA PRIMARIA DI RIFERIMENTO - L'ARTICOLO 26 DEL D.P.R. RISCOSSIONE

Il processo di informatizzazione e digitalizzazione delle pubbliche amministrazioni, seguendo alcuni effetti derivanti dall'introduzione del Codice dell'Amministrazione digitale, CAD...