14 luglio 2022N. 135
Il cumulo giuridico e materiale delle sanzioni tributarie: normativa, profili applicativi e giurisprudenza

L'articolo 12, D.Lgs. n. 472/1997, contenente le disposizioni in materia di cumulo, progressione e continuazione delle violazioni tributarie, è stato introdotto, nell'ambito del riordino del sistema sanzionatorio, al fine di mitigare la risposta dell'ordinamento alla commissione di violazioni fiscali in analogia con quanto già previsto dal diritto penale.

Tale disposizione, complice la complessità del sistema fiscale sia sotto il profilo sostanziale sia sotto quello procedimentale, fin da subito è apparsa particolarmente ostica nella sua concreta applicazione tanto da alimentare un importante flusso di contenzioso, che a tutt'oggi (più di venti anni dall'introduzione) non sembra arrestarsi.

Il presente contributo si pone la finalità di analizzare l'ambito applicativo della disciplina approfondendo in particolar modo, con l'ausilio delle più importanti pronunce giurisprudenziali, il rapporto esistente tra le diverse disposizioni contenute nell'articolo 12, D.Lgs. n. 472/1997 in materia di cumulo, continuazione e progressione.

di Stefano Rossetti - Dottore Commercialista in Milano

PREMESSA

La riforma del sistema sanzionatorio in ambito tributario è avvenuta ad opera del D.Lgs. n. 472/1997, il quale, in attuazione della Legge delega n. 662/1997, ha apportato una modifica...