Home
Network ALL-IN
Explora
Rubriche
Strumenti
Fonti
20 ottobre 2022N. 193
Il difensore nel processo tributario

Così come stabilito dall'art. 12, D.Lgs. n. 546/1992, le parti diverse dagli enti impositori, agenti della riscossione e soggetti iscritti nell'albo per l'accertamento e riscossione delle Entrate degli enti locali devono essere assistite in giudizio da un difensore abilitato.

Ne discende che sono obbligate all'assistenza tecnica (sempre che il valore delle controversie sia superiore ad euro 3.000) le parti private, ricorrenti o resistenti, persone fisiche o giuridiche.

L'obbligo di assistenza tecnica riguarda anche la fase di reclamo ma non sussiste per i rapporti stragiudiziali, quali i vari contraddittori che scaturiscono nelle more del procedimento di accertamento con adesione. Il conferimento dell'incarico deve avvenire:

  • con atto pubblico;
  • con scrittura privata autenticata;
  • in calce o a margine di un atto del processo, nel qual caso la sottoscrizione autografa è certificata dallo stesso incaricato. A seguito dell'introduzione del processo tributario telematico (c.d. PTT) la delega diventa un atto allegato al ricorso;
  • all'udienza pubblica oralmente e se ne dà atto a verbale.

di Stefano Setti - Dottore commercialista

SOGGETTI ABILITATI ALL'ASSISTENZA TECNICA DINANZI ALLE COMMISSIONI TRIBUTARIE

In linea generale non vi è l'obbligo dell'assistenza tecnica, nelle Commissioni tributarie provinciali/regionali (future Corti di Giustizia tributaria di primo e di secondo...

Benvenuto nel nuovo sistema intelligente di aggiornamento professionale
Non sei ancora abbonato?
Non sei ancora abbonato?